[Recensione] Caldo Come il Fuoco – Jennifer L. Armentrout

Titolo: Caldo Come il Fuoco

Autore: Jennifer L. Armentrout

Editore: Harlequin Mondadori

Genere: Paranormal Romance

Serie: Dark Elements#1

Anno di uscita: 2015

Ciao a tutti! In attesa dell’uscita di Cuore Puro (-19 giorni) (ormai è diventata una fissazione 😆 ) ho deciso di iniziare una nuova saga dell’Armentrout che era da un po’ che mi incuriosiva, Dark Elements. Questa donna ormai è diventata una certezza nell’ambito del Paranormal Romance, non delude mai ed è sempre un piacere scoprire le nuove avventure che ha in serbo per noi. Ma come ha fatto scrivere così tanti libri in così pochi anni? Questo per me resta un mistero; ma nel frattempo ecco di cosa parla Caldo come il Fuoco.

Layla ha 17 anni, frequenta il liceo e sembrerebbe una ragazza come le altre, se non fosse per la sua attività extracurricolare: marcare i Demoni, in modo che i Guardiani possano stanarli e ucciderli. Da alcuni anni infatti i Guardiani, gargoyle creati dagli angeli per sconfiggere le forze del male, sono usciti allo scoperto e Layla è stata ingaggiata per via delle sue capacità speciali. Grazie al suo sangue per metà da Guardiana è infatti capace di vedere le anime delle persone, o la loro eventuale assenza. Ma per l’altra metà è un Demone, con la conseguenza che le basta un bacio per succhiare via l’essenza vitale dalle persone.

“Ne avevo bisogno. A volte tremavo solo al pensiero della sensazione di un’anima che scendeva lungo la gola e parlarne non faceva che peggiorare le cose. Persino adesso che non c’erano anime nei paraggi riuscivo a sentire il loro richiamo, il bisogno di cedere al desiderio. Come un drogato dopo una dose.”

Così, per quanto sia da sempre innamorata di Zayne, è destinata ad accontentarsi della sua amicizia per non rischiare di ucciderlo. Ma tutto cambia quando arriva Roth: è un demone superiore ed è pericoloso, ma è anche bellissimo ed intrigante e, in quanto demone, senz’anima. Stare con lui non è saggio, ma quando creature ancora più pericolose di lui cercheranno di ucciderla, Layla dovrà decidere quale lato di sé ascoltare. Guardiano o Demone?

“Il mio cervello stava incontrando grandi difficoltà a elaborare l’apparizione improvvisa di Roth. Si era permesso di dirmi che ero attratta da lui? E che non dovevo più marcare i senz’anima? Ma chi diavolo si credeva di essere? Tanto per cominciare, lui era un demone. Un demone fighissimo, ma puah! Non avevo motivo di credere a ciò che aveva detto. E poi, lui non era un demone qualunque, ma uno di alto rango. Ragione in più per non fidarsi.”

RECENSIONE

Layla è per metà Guardiano (o gargoyle) e per metà Demone, incarnando così la continua lotta tra Bene e Male che da sempre caratterizza il mondo e l’umanità. Vive con i Guardiani, che ammira profondamente e che fin da quando ha memoria cerca di emulare. Ma i gargoyle, nonostante la loro anima pura e il loro essere i paladini degli angeli, sembrano usarla solo per le sue capacità, che facilitano di molto il loro lavoro nello stanare i demoni. E nonostante l’affetto che nel corso degli anni li ha legati, la fiducia non è ancora totale e sembrano tutti aspettarsi che da un momento all’altro la metà demoniaca di Layla esca fuori e li attacchi. Fare del bene e cercare in tutti i modi di dimostrare la sua lealtà diventa quindi un lavoro a tempo pieno per la ragazza, che si sente continuamente insicura e inferiore rispetto agli altri della sua razza.

“Le stesse parole continuavano a echeggiare nella mia mente come un ritornello che si ripeteva all’infinito. Non posso andare avanti così”

L’unico Guardiano che sembra avere fiducia in lei è il figlio dell’uomo che l’ha adottata, Zayne, del quale Layla è segretamente innamorata. I sentimenti che anche lui prova nei suoi confronti sono palesi fin dalle prime pagine del libro: con lei è dolce, si preoccupa sempre per la sua incolumità e cerca di proteggerla in ogni modo. Eppure la sua fedeltà incondizionata verso il suo clan e il suo ubbidire senza riserve al padre, lo portano spesso a tradire la fiducia di Layla che si ritrova così sempre più sola ed esclusa.

In questo clima di insicurezze e delusioni l’arrivo di Roth sembra quasi provvidenziale: bello, forte, sicuro di sé a tal punto da rasentare l’arroganza e … senz’anima. Cosa potrebbe volere di più una ragazza che solo con un bacio si nutre dell’anima delle persone? Peccato che sia il braccio destro di Satana (o del Boss come dice lui) e Layla dovrebbe denunciarne la presenza agli altri Guardiani.

“Tutta la mia vita era costruita attorno a una semplice ma assoluta convinzione: i demoni meritavano di essere puniti”

Ma stare con Roth si rivela benefico per lei: finalmente non deve più vergognarsi di quello che è. Acquista autostima, coraggio e trova un amico con cui può essere se stessa, un complice con il quale può scoprire di più su di sé, sul suo passato e sul suo destino. Roth è un personaggio complesso: ad un primo impatto può sembrare malvagio, ha un famiglio che è un serpente gigante (anche se si chiama Bambi), agisce solo per i propri interessi, senza badare alla moralità. Ma la sua vicinanza con Layla tira fuori parti del suo essere che nemmeno pensava di avere, quasi come se anche lui avesse un cuore; e d’altro canto lui la fa riflettere sui dogmi con cui è cresciuta. In questo modo Layla scopre che i Guardiani non sono sempre stati onesti con lei.

“Non hai mai aspettato di vedere cosa avrebbe fatto un demone, vero? […] Tu non vuoi vedere cosa farà il Pandemone, perché potrebbe non essere tanto brutto. E questo ti costringerebbe ad affrontare il fatto che i tuoi Guardiani sono degli assassini, non dei salvatori.”

Così, noi per primi, siamo portati a rimettere in discussione tutto quello che avevamo imparato fin dal principio del libro. Siamo spinti a fare una scelta, a schierarci con il Bene o con il Male, con i Guardiani o con i Demoni, ma soprattutto con Zayne o con Roth. E non sarà una scelta facile perché i confini non sono mai stati così poco netti.

“Vedere Roth nella sua forma reale mi ricordò senza mezzi termini ciò che lui era davvero: un demone. Ma anche io ero in parte demone, mentre Petr… Petr era un Guardiano eppure aveva cercato di uccidermi. E di colpo le cose non erano più tutte bianche o nere, per me.”

Voto:4-5-stelle

Consigliato: ASSOLUTAMENTE SI

Lo stile della Armentrout, ormai si sa, è brillante e sa tenerti incollato alle pagine senza nessuna possibilità di fuga. Hai altro da fare? Peccato. Ora che hai iniziato il libro devi leggerlo tutto di seguito e se solo osi andare da qualche altra parte, puoi star certo che il tuo cervello resterà lì, nella storia, dove l’hai lasciato.

Anche in questa saga romanticismo e avventura si fondono indissolubilmente e i personaggi sono strutturati in modo da non poter rimanere impassibili: li puoi amare o odiare, ma non restarne indifferente. Personalmente ho trovato fantastici anche alcuni personaggi secondari come Sam, l’enciclopedia umana delle notizie bizzarre, e Stacey, l’amica senza freni inibitori, gli amici migliori che Layla avrebbe mai potuto trovare. Consiglio questo romanzo a tutti gli amanti del genere, perché è uno di quei libri che quando finisce senti come un vuoto, una malinconia; ed è così che si capisce quando una storia è riuscita ad entrarti nel cuore.

“In quel brevissimo lasso di tempo, un nanosecondo appena, i suoi occhi dorati incontrarono i miei. «Libero arbitrio, eh? Be’, è davvero una stronzata.» E poi sorrise – sorrise – a me, un sorriso vero, completo di fossette. «Ho perso me stesso nel momento in cui ho trovato te.»”nessie

Annunci

2 pensieri riguardo “[Recensione] Caldo Come il Fuoco – Jennifer L. Armentrout

Non tenerti tutto dentro! :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...