Teaser Tuesday #2

Buongiorno a tutti!🙂 Oggi è martedì, il che significa… Teaser Tuesday!

Le regole sono queste:

  1. Prendi il libro che stai leggendo;
  2. Aprilo ad una pagina a caso;
  3. Condividi un estratto di quella pagina;
  4. Occhio agli spoiler! Assicurati di non dire troppo: non rovinare il piacere della lettura;
  5. Riporta titolo ed autore, così che i lettori possano aggiungere il libro alla loro TBR list se sono rimasti colpiti dal teaser.

Semplice no? E tutti possono partecipare. Ecco i nostri Teaser Tuesday!


TEASER TUESDAY DI NESSIE

quinta-onda-la-rick-yanceyDal prologo di La Quinta Onda (La Quinta Onda #1) di Rick Yancey (2014)

“Non ci saranno risvegli.
La mattina dopo, riaprendo gli occhi, la donna non avvertirà niente, solo una vaga inquietudine e la netta sensazione di essere osservata. Il disagio svanirà in meno di un giorno e di lì a poco verrà dimenticato.
Il ricordo del sogno, invece, resterà un po’ più a lungo.
In quel sogno c’è un grosso gufo che, appollaiato sul davanzale della finestra, la fissa attraverso il vetro con enormi occhi cerchiati di bianco.
La donna non si sveglierà. E nemmeno l’uomo al suo fianco. L’ombra proiettata sul letto non disturberà il loro sonno. E ciò per cui l’ombra è venuta – il bambino dentro la donna addormentata – non sentirà nulla. L’intrusione non lacera la pelle, né provoca ai corpi coinvolti danni cellulari di alcun tipo.
In meno di un minuto sarà tutto finito. L’ombra si allontanerà.
Non rimarranno che l’uomo, la donna, il bambino dentro di lei e l’intruso dentro il bambino, tutti addormentati.
L’uomo e la donna si sveglieranno la mattina seguente, il bambino qualche mese dopo, al momento del parto.
L’intruso dormirà ancora per diversi anni e si sveglierà quando ormai l’inquietudine della madre del bambino e il ricordo del sogno saranno svaniti da tempo.
A cinque anni da quella notte, durante una visita allo zoo con il figlio, la donna vedrà un gufo identico a quello del sogno. L’episodio la turberà per ragioni a lei incomprensibili.
Non è la prima a sognare gufi nel buio.
E non sarà l’ultima.”

Leggi la recensione


TEASER TUESDAY DI GIORDKA

9788807901850_quarta.jpg

Da “Storia di una Capinera” (1871) di Giovanni Verga.

“Tutt’a un tratto si udì rumore al di fuori… il rumore di un passo!… Sapresti dirmi perché il rumore di taluni passi si senta col cuore come se il cuore udisse? e perché scuota tutti i nervi, e faccia gelare tutto il sangue?… Levai gli occhi… la finestra era aperta, e dietro la finestra c’era un’ombra, una voce che mi chiamava sommessamente… Lui! intendi?… Lui!…Se non gridai si fu perché mi mancò il respiro. «Perdonatemi, signorina,» mi diceva egli «perdonatemi» non diceva altro. Io non osava guardarlo: ma quelle parole mi scendevano al cuore dolci come il miele. «Vostra madre è ingiusta e cattiva con voi. Tutti laggiù si divertono, ed io ho pensato a voi ch’eravate qui sola… Ho fatto male;» aggiunse dopo una breve pausa, durante la quale avrà udito i battiti del mio cuore; «mi perdonerete?» Allora levai gli occhi su di lui e lo vidi coi gomiti appoggiati sul davanzale e il mento sulle mani come l’avevo visto altra volta. Egli aveva pensato a me e la sua voce tremava!”

 


TEASER TUESDAY DI LILLI-J

stargirl Jerry Spinelli.jpgDa Stargirl di Jerry Spinelli (2004)

“La sua presenza illuminava ogni angolo della mia giornata.
M’insegnò a divertirmi. A stupirmi. A ridere. Avevo sempre avuto un buon senso dell’umorismo, ma ero troppo timido per mostrarlo se non a sprazzi. Più che ridere, sorridevo. Ma con lei gettai indietro la testa e risi forte per la prima volta in vita mia.
Vedeva le cose. Non avrei mai pensato che ci fosse tanto da vedere.
Continuava a tirarmi per la manica e a dire :- Guarda!
E io guardavo, ma non vedevo. – Dove?
Puntava il dito. – Laggiù.
Lì per lì non capivo. M’indicava un portone, una persona, il cielo. Tutte cose talmente comuni, per me, da essere “niente”. Mi muovevo in un grigiore fatto di niente. Allora si fermava e mi faceva notare che il portone della casa davanti alla quale eravamo appena passati era azzurro, mentre la volta prima era verde, E che, per quanto ne sapeva lei, chiunque ci abitasse lo dipingeva di un colore diverso ogni pochi mesi.
Oppure mi faceva notare che il vecchio seduto tutto solo su una panchina nel centro commerciale teneva in mano l’apparecchio acustico e sorrideva, e indossava giacca e cravatta come per un appuntamento speciale, e aveva appuntata sul bavero una piccolissima bandiera americana.
Dopo un po’, anch’io cominciai a vedere.”


Cosa ne pensate? Voi li avete letti? Siamo curiose di scoprire anche il vostro TT nei commenti 😉

Annunci

8 pensieri riguardo “Teaser Tuesday #2

    1. In effetti anche io ho esitato a lungo, soprattutto a causa delle recensioni un po’ contrastanti che si trovano in giro… ma sono davvero rimasta contenta di averlo letto alla fine! Tutt’altra cosa rispetto al film che ho visto dopo e che per quanto sia carino non mi ha trasmesso molto purtroppo… Se ti interessa il genere apocalittico e distopico te lo consiglio tantissimo! 🙂 nessie

      Liked by 1 persona

Non tenerti tutto dentro! :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...