Teaser Tuesday #5

Buongiorno a tutti!🙂 Oggi è martedì, il che significa… Teaser Tuesday!

Le regole sono queste:

  1. Prendi il libro che stai leggendo;
  2. Aprilo ad una pagina a caso;
  3. Condividi un estratto di quella pagina;
  4. Occhio agli spoiler! Assicurati di non dire troppo: non rovinare il piacere della lettura;
  5. Riporta titolo ed autore, così che i lettori possano aggiungere il libro alla loro TBR list se sono rimasti colpiti dal teaser.

Semplice no? E tutti possono partecipare. Ecco i nostri Teaser Tuesday!


TEASER TUESDAY DI NESSIE

shatter me

Da Shatter Me di Tahereh Mafi (2016)

«Cosa diavolo succede?» Il suo sguardo passa da me all’illusione di fuga. «Ci lasciano uscire?»
Non ci lasceranno mai uscire. «È l’ora della doccia.»
«Doccia?» Ormai ha perso qualunque inflessione, ma tradisce ancora un po’ di curiosità.
«Non c’è molto tempo» gli dico. «Dobbiamo sbrigarci.»
«Aspetta!» Fa per toccarmi il braccio, mi scosto. «È buio, là fuori. Non riusciremo a vedere dove mettiamo i piedi…»
«Veloce.» Mi concentro sul pavimento. «Aggrappati alla mia maglietta.»
«Ma che dici…»
In lontananza risuona un allarme. Un ronzio che si fa ogni secondo più vicino. Ben presto l’intera cella vibra e ingigantisce l’avvertimento, la porta inizia a richiudersi. Afferro il mio compagno di cella per la maglietta e lo trascino nelle tenebre. «Non. Dire. Niente.»
«Ma…»
«Niente» sibilo. Lo strattono, lo obbligo a starmi dietro mentre mi avventuro tentoni nel labirinto del manicomio. È una casa; un centro per giovani problematici, per i figli trascurati di famiglie allo sbando, un rifugio per persone affette da disturbi psicologici. È una prigione. Non ci danno da mangiare, non vediamo gli altri, se non quando rari sprazzi di luce s’intrufolano da quelle fessure di vetro che qui chiamano finestre. Le notti sono squarciate da grida, singhiozzi, gemiti e urla agonizzanti, dal rumore di carne e di ossa spezzate – se a forza o per scelta, non lo saprò mai. Ho trascorso i primi 3 mesi in compagnia del mio fetore. Nessuno mi ha mai detto dove fossero i bagni e le docce. Nessuno mi ha mai spiegato come funzionasse il sistema. Qui nessuno ti rivolge la parola, se non per comunicarti cattive notizie. Nessuno ti tocca, in nessun caso. I ragazzi e le ragazze non s’incontrano mai.
Mai tranne ieri.
Non può essere una coincidenza.


TEASER TUESDAY DI GIORDKA

Il sussurratore delle catene

Da  Il Sussurratore delle Catene di Blake Pierce (2016)

L’Agente Speciale Riley Paige restò immobile, scioccata da quello che vedeva. Davanti a lei, sul suo letto c’era una manciata di ciottoli, che non avrebbero dovuto essere lì. Qualcuno doveva essersi intrufolato in casa sua, per posizionarli, qualcuno che intendeva certamente farle del male. Capì all’istante che i sassolini erano un messaggio e riconobbe la firma di un vecchio nemico, che le stava facendo sapere di non essere morto.

Peterson è vivo.


TEASER TUESDAY DI LILLI-J

noi i ragazzi dello zoo di berlino

Da Noi, i Ragazzi dello Zoo di Berlino di Christiane F. (1978)

Le prime tre settimane delle vacanze estive stavo insieme a Detlef ogni giorno. Ci incontravamo già a mezzogiorno, in genere eravamo in giro per rimediare grana. Facevo cose che prima non sarei mai riuscita a fare. Rubavo come un falco nei grandi magazzini. Soprattutto cose che poi al Sound si potevano trasformare in soldi e quindi in roba. Raramente bastava per due pere al giorno. Ma non ne avevamo bisogno per forza. Passavamo addirittura delle giornate senza ero perchè fisicamente non eravamo ancora dipendenti. La seconda metà delle vacanze sarei dovuta andare da mia nonna in Asia. Mia nonna abitava in un paesetto. E, curiosamente, ero molto contenta di rivedere il paese e la nonna. Da un lato non riuscivo neanche ad immaginarmi due o tre settimane senza Detlef. Che potessi vivere anche solo due giorni senza Sound o senza lo sbrilluccichio del Kudamm mi sembrava quasi impensabile. D’altro canto mi attiravano i bambini del paese che non avevano mai sentito parlare di droghe, giocare a rincorrersi, sguazzare nel torrente e andare a cavallo. Non sapevo nemmeno più chi ero.
Senza rifletterci sopra granchè mi ero già scissa in due persone radicalmente diverse. Scrivevo lettere a me stessa. Christiane scriveva lettere a Vera. Vera è il mio secondo nome.
Christiane era la quattordicenne che voleva andare dalla nonna. in qualche modo era la buona; Vera era la bucomane. E le due litigavano ore per lettera.


Cosa ne pensate? Voi li avete letti? Siamo curiose di scoprire anche il vostro TT nei commenti 😉

Annunci

10 pensieri riguardo “Teaser Tuesday #5

    1. Davvero? Io non avevo letto nessuna recensione e mi ispirava quindi mi sono buttata… Secondo me vale la pena di leggerlo solo che per lo stile che usa, un po’diverso dal solito. Poi in effetti nella storia ci sono alcune cose che non mi hanno convinto molto… Ma nel complesso il mio giudizio non è negativo. nessie

      Liked by 1 persona

Non tenerti tutto dentro! :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...