[Recensione] Confessions of Georgia Nicolson series – Louise Rennison

Titolo: Confessions of Georgia Nicolson

Autore: Louise Rennison

Editore: Harper Collins

Genere: Comico

Anno di uscita: 1999-2009

A distanza di quasi 15 anni, sono riuscita a recuperare l’ultimo libro della serie che mi aveva divertito ed emozionato quando ero appena una teenager. Sto parlando della serie di libri comici, dedicati ad un pubblico prettamente femminile, che raccontano le disavventure dell’adolescente Georgia Nicolson, scritta magistralmente dalla recentemente scomparsa Louise Rennison.

Narrata sotto forma di un esilarante diario giornaliero, la serie inizia quando Georgia ha appena 14 anni e termina due anni più tardi.

La saga, che ha avuto un successo incredibile in Inghilterra, ed è stata riconosciuta positivamente come un “Diario di Bridget Jones” per un pubblico più giovane, in Italia è stato considerato al pari dei libricini per adolescenti che uscivano sotto la catena “Le Ragazzine”, non essendone compresa la scrittura comica e decisamente superiore rispetto ad altri libri dello stesso genere.

Ho dovuto perciò comprare le edizioni inglesi per poter finalmente terminare la serie e rileggendola in lingua originale, ho potuto ancora di più apprezzare il talento formidabile della scrittrice.

All’inizio della serie, Georgia si sente goffa e con un naso immenso, non ha mai avuto un ragazzo ed è assolutamente decisa a cambiare la sua situazione sentimentale. La sua vita viene sconvolta quando conosce Robbie, detto anche Sex God, il diciannovenne bello ed impossibile, di cui tutte sono innamorate. Saranno lo charme impacciato, sarà la sua irresistibile simpatia, sta di fatto che in qualche modo riesce persino a farlo innamorare di lei.

Purtroppo la loro storia d’amore è destinata a finire quasi subito, ma Georgia non è mai sola, circondata da personaggi incredibilmente folli, viene corteggiata dal suo migliore amico Dave the Laugh (sicuramente il ragazzo dei miei sogni!). Poi è la volta di Masimo, stallone italiano, da lei definito Luuurve God, troppo bello per essere vero, eppure in qualche modo riesce a farsi notare persino da lui.

La vita di Georgia non è fatta però solo di ragazzi e amore, c’è la famiglia, dove la sorellina Libby, matta come un cavallo, detta adorabilmente legge. Ci sono le amiche, Jas saggia e permalosa, Ellen talmente timida e stordita da non riuscire a concludere una frase senza incespicare e soprattutto c’è Rosie, che rasenta la pazzia, adora indossare baffi finti e dare feste con temi assurdi, insieme al fidanzato svedese Sven.

I dieci libri scorrono velocemente, si fanno divorare in pochi giorni, fanno divertire, fanno anche riflettere ogni tanto, in fondo trattano temi che tutte noi abbiamo vissuto, o stiamo ancora vivendo.

Louise Rennison riesce perfettamente a catturare la natura semplicistica e romantica delle adolescenti, che parlano di ragazzi e di amore, di vestiti e di feste,amano divertirsi e uscire con le amiche.

“He says we should take it easy and that maybe he overreacted a bit.”
Dave said, “A bit? That’s like Hitler saying, ‘Oooh, I just meant to go for a little walk, but then I accidentally invaded Poland.”

[Louise Rennison, Are These My Basoomas I See Before Me?]

Ogni personaggio creato in questo folle universo inglese, è adorabilmente perfetto in ogni punto della trama, ma nessuno toglie veramente spazio a Georgia che rimane comunque la regina della storia, l’amica che tutti vorremmo avere.

Riesce soprattutto in un’impresa non così banale, far ridere. Perchè ricordiamo, non è difficile commuovere il pubblico, è farlo ridere che risulta un arduo compito, soprattutto far ridere con la scrittura.

Ma lei è perfetta, ogni libro ha centinaia di momenti talmente comici da farti sentire male dalle risate. Soprattutto non perde mai lo smalto, dieci libri non sono pochi, ma andando avanti con il tempo non annoiano mai, anzi se possibile, diventano sempre più interessanti e divertenti. La crescita di Georgia è gestita magistralmente: in pochi anni, come accade nella vita reale i problemi si intensificano e le storie d’amore si fanno sempre più serie.

I libri sono però un inno all’amicizia, che risulta il sentimento più forte, soprattutto perchè quelli sono gli anni in cui l’amore è un po’ farlocco, poichè il cuore di una ragazza è travagliato e molto facilmente influenzabile.

Le amiche vere invece sono quelle che non ti abbandonano mai, che ti accolgono quando le cose vanno male, che ti consigliano, sono quelle con cui si ride e con cui si litiga ogni giorno.

“If you fall down those stairs and break both of your legs, don’t come running to me!”

[Louise Rennison, Are These My Basoomas I See Before Me?]

Quello che è assolutamente incredibile, è come una donna di oltre 40 anni, sia riuscita a ricreare un universo giovanile e adolescenziale così dannatamente perfetto nonostante lei stessa non fosse più una ragazzina. In fondo quando cresciamo, ci dimentichiamo un po’ cosa significhi avere 14 anni, avere la prima cotta, insomma entriamo in una fase di “adultosità” che non ci permette più di sentirci così cretine come un tempo. Invece è come se in questi libri la Rennison fosse tornata fanciulla, è riuscita ad immedesimarsi così perfettamente con il personaggio di Georgia, da farci credere che a scrivere i romanzi non fosse una donna matura ma un’adolescente. Leggendo le sue disavventure poi, tutte noi lettrici torniamo quattordicenni e rivediamo in Georgia noi stesse, i nostri errori, le nostre imbarazzanti figure in presenza dei ragazzi che ci piacciono,le nostre ossessioni, i nostri sogni.

“I will not have him in my brain;there is no room for anyone else in the cakeshop of agony. it’s crowded enough in there already.”

[Louise Rennison, Startled by His Furry Shorts]

L’unico neo della saga è il finale, non per i contenuti, che sono esattamente come speravo, ma per la fretta con cui vengono narrati. Rimani un pochino a bocca asciutta, perchè vorresti sapere di più, vedere il futuro di Georgia, sapere cosa ne sarà della sua vita. In fondo però è giusto così,  la storia finisce esattamente con l’inizio della (si spera) maturità della protagonista, con tutti i dubbi finalmente risolti, con il ragazzo giusto da amare, con la speranza di vivere una vita serena.

“Look, girls and boys are different. Girls like to be touched twenty times a day in a nonsexual way to feel good about themselves – that is why I tickle you and link arms with you – but boys think about sex, snogging and football, and also snogging whilst playing football. Simple.”

[Louise Rennison, Away Laughing on a Fast Camel]

Ci sarebbe da parlare per ore di questa incredibile serie, ma vi lascio alla lettura e se mai avrete voglia di sentirvi quattordicenni, anche quando avrete trenta o quarant’anni, questi sono sicuramente i libri per voi.

Non posso che ammirare questa donna straordinaria; una donna che ha preso la palla al balzo, quando le venne proposto di scrivere un libro per teenager, poichè la sua scrittura era talmente “infantile”, che sarebbe stata perfetta.

Ha raccolto questa sfida e ha dimostrato a tutto il mondo che si può deliziare il pubblico, anche scrivendo di argomenti banali e sciocchi, risultando comunque credibili, come lei in fondo ha saputo fare dalla prima all’ultima pagina.

“I wanted Georgia to be a decent person. I wanted her to be someone who is a bit stupid and self-obsessed and difficult and funny and rude, and a bit jealous and all those other things. But I wanted her to have a good heart.”

[Louise Rennison 11 October 1951 – 29 February 2016]

Annunci

8 pensieri riguardo “[Recensione] Confessions of Georgia Nicolson series – Louise Rennison

Non tenerti tutto dentro! :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...