Teaser Tuesday #9

Buongiorno a tutti! 🙂 Oggi è martedì, il che significa… Teaser Tuesday!

Le regole sono queste:

  1. Prendi il libro che stai leggendo;
  2. Aprilo ad una pagina a caso;
  3. Condividi un estratto di quella pagina;
  4. Occhio agli spoiler! Assicurati di non dire troppo: non rovinare il piacere della lettura;
  5. Riporta titolo ed autore, così che i lettori possano aggiungere il libro alla loro TBR list se sono rimasti colpiti dal teaser.

Semplice no? E tutti possono partecipare. Ecco i nostri Teaser Tuesday!


TEASER TUESDAY DI NESSIE

l'eredità dei re

Da L’Eredità dei Re (Stirpe di Dei e di Re #1) di Eleanor Herman (2016)

Un figlio debole di mente è una sventura, ma anche la figlia più forte e intelligente è del tutto priva di valore.
Nonostante per tutti gli altri sia una festa, per lei quella serata è un rivoltante promemoria del fatto che Alessandro – con la sua zoppia, l’orrenda cicatrice e gli occhi spaiati – governerà la Macedonia e i territori conquistati. E lei non avrà niente. A parte, forse, il matrimonio con un nobile ubriaco e ottuso col doppio dei suoi anni, seguito da una vita di schiavitù domestica.
Cynane ripensa a tutti gli anni di allenamento. Tiro della lancia, tiro con l’arco, lotta, pesi, equitazione, combattimenti corpo a corpo. All’inizio la matrigna aveva cercato di impedirglielo, proclamando che non era appropriato, oltre ad essere disdicevole, e che nessun uomo sano di mente l’avrebbe mai voluta sposare. Ma Filippo aveva passato una mano callosa tra gli scarmigliati capelli scuri della figlia. «La madre è morta. Lasciamo che si alleni, visto che è ciò che desidera. Non c’è niente di male.». Era una delle poche volte in cui le aveva riservato gentilezza.
Di certo non sapeva che la stava addestrando perché un giorno fosse abbastanza forte da rovesciarlo, da soggiogarli tutti.


TEASER TUESDAY DI GIORDKA

costretta al silenzio

Da Costretta al silenzio di Linda Castillo (2009)

Corro fino alla porta sul retro e la apro. La casa puzza di morte e di marijuana. Le note di una vecchia canzone dei Led Zeppelin escono da una radio poggiata sul piano della cucina. I nervi mi strisciano a fior di pelle come dei vermi, la paura mi scorre nelle vene quando entro in soggiorno. Non credo ci sia nessun altro in casa, ma ho paura di quello che troverò di là. Mi sposto nel corridoio stretto e scuro. Il fetore è più forte, qui. Sangue, con un leggero puzzo di feci e putrefazione. Aggiro una pozza di vomito. Alla mia sinistra, la porta della camera è aperta. Non vorrei guardarci dentro, ma non posso evitarlo. Vedo la carne pallida striata di sangue, capelli aggrovigliati che ricadono verso il basso, i seni afflosciati come frutti rinsecchiti, le caviglie incatenate a una trave del soffitto. Piedi violacei. Una lingua nera che sporge tra due labbra rigonfie. Mi sfugge un mezzo urlo mentre arretro nel corridoio. Respiro velocemente ma a vuoto. Lo stomaco mi si infiamma e la bocca mi si riempie di bile. Sento un rumore di passi alle mie spalle.


TEASER TUESDAY DI LILLI-J

it's kind of funny story

Da It’s Kind of a Funny Story di Ned Vizzini (2006)

Ho un certo timore a telefonare. Il telefono del sesto Nord è un centro di attività tumultuose, con Bobby e il tipo biondo – che di nome fa Johnny – a rispondere alle telefonate, presumo, delle rispettive controparti femminili. In un raro momento in cu i due lasciano libero il telefono, mi avvicino con la scheda telefonica che mi ha portato mia madre quaranta minuti dopo essere andata via con mio padre e Sarah. Sollevo il ricevitore e sento il segnale di libero ; compongo l’800, che è il numero per le schede telefoniche, e poi mi fermo. Non ce la faccio. Non me la sento di affrontare la cosa. La gente che sta fuori, nel mondo esterno, non sa cosa mi è successo; in questo momento, mi trovo in una sorta di stasi. Le cose sono sotto controllo, ma la diga si romperà. Anche se rimango qui solo fino a lunedì, le voci cominceranno a circolare e i compiti si accumuleranno.
Dov’è Craig?
E’ malato.
Non è malato, è in coma etilico perchè non regge i superalcolici.
Ho sentito dire che ha preso delle pillole ed è fuori di testa.
Ho sentito dire che ha scoperto di essere gay e sta affrontando la cosa.
Ho sentito dire che i genitori lo manderanno in un’altra scuola.
Tanto qui non ce la faceva. E’ sempre stato un perdente.
Va via di testa davanti al computer. Non riesce nè a muoversi nè a fare niente. E’ catatonico.
Si è svegliato convinto di essere un cavallo.
Bè, qualunque cosa sia, qual è la risposta alla numero tre?


Cosa ne pensate? Voi li avete letti? Siamo curiose di scoprire anche il vostro TT nei commenti😀

Annunci

13 pensieri riguardo “Teaser Tuesday #9

  1. Si sfilò i guanti di lattice e prese dalla tasca un accendino d’argento. Alcuni secondi dopo, i guanti erano una poltiglia sciolta sul cemento.
    “Prendete pure le impronte digitali, se ci riuscite!”
    Cap. 87
    Il regista di inganni. James Patterson .

    Liked by 1 persona

  2. “Ti ricordo quando mi hai chiesto se avevo le pastiglie per la felicità? La pastiglia è la vita. Vivi, buttati, apriti, ascoltati. Le tue parole, le tue ansie sono dovute al fatto che tu esisti ma non vivi. Sei incastrato nei sentimenti. Sei bloccato. Ti ricordi quella frase di Oscar Wilde? Diceva che vivere è la cosa più rara al mondo. La maggior parte della gente esiste, e nulla più”.

    È una vita che ti aspetto-Fabio Volo

    Liked by 2 people

Non tenerti tutto dentro! :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...