[Recensione] Unforgiven – Lauren Kate

Titolo: Unforgiven

Autore: Lauren Kate

Editore: Rizzoli

Genere: Paranormal Romance

Serie: Fallen #5

Anno di uscita: 2017

Ciao a tutti! 🙂 Oggi vorrei parlarvi di Unforgiven, il nuovo libro di Lauren Kate uscito da poco qua in Italia. Purtroppo non sono riuscita a vedere al cinema Fallen, che dopo aver letto tutta la saga sarei stata curiosa di guardare, così ho deciso di immergermi in questa nuova storia, sperando di poter rivivere il romanticismo che mi aveva tenuta incollata alle pagine negli altri libri. Prima ancora di capire che non era presente un vero e proprio triangolo, in Fallen ero già team Daniel, ma devo ammettere che l’idea di leggere un libro incentrato su Cam mi allettava parecchio. Chissà se merita o se è solo un modo per dare un contentino alle fan del demone; vediamo 😀

TRAMA

Sono trascorsi secoli da quando l’angelo caduto Cam ha detto addio a Lilith, strappandole il cuore, ma ancora non riesce a dimenticarla. Invidioso dell’amore perfetto di Daniel e Lucinda, decide di ritrovarla, ovunque sia. Così stringe un patto con Lucifero: ha quindici giorni per riconquistare l’unica ragazza che abbia mai amato davvero. Se ci riuscirà, potranno vivere insieme, liberi; ma se non dovesse farcela, Cam rimarrà nell’Inferno per sempre, dove lo aspetta un posto speciale. È cominciato il conto alla rovescia: il più oscuro e ambivalente tra gli angeli ci apre finalmente il suo cuore tormentato, mentre lotta contro il tempo.

RECENSIONE

Unforgiven si pone cronologicamente alla fine di Rapture, ma prima dell’epilogo: Cam è appena tornato da Troia, dove Daniel e Lucinda sono riusciti a spezzare la maledizione ed ottenere quel misero e tristissimo lieto fine che tanto speravano. Come a voler riaccendere i ricordi e la malinconia la Kate ci riporta all’istituto Sword & Cross dove il demone incontra l’accoppiata più bizzarra e divertente di tutta la saga, Arriane e Roland. Il sentimentalismo continua e insieme a loro riviviamo in breve la romantica storia d’amore tra Daniel e Lucinda. Per millenni gli angeli caduti (sia quelli schierati dalla parte del Trono che quelli dalla parte di Lucifero) sono stati legati dal ciclo di vita e morte di Luce, portati ad abbandonare ogni volta quello che facevano per recarsi sul luogo dove la ragazza rinasceva. Ora che il ciclo è stato finalmente interrotto sono colti da un senso di liberazione e di speranza verso il futuro, ma anche da una sensazione di vuoto e di mancanza di un obiettivo.

“Se, dopo migliaia di anni, Luce e Daniel sono stati capaci di affrontare il Trono e meritarsi un lieto fine, perché gli altri non potrebbero farcela? Perché noi no?”

Ed è così che Cam decide che è arrivato il suo momento di incominciare una nuova vita e ottenere il suo di lieto fine. Il trionfo dell’amore tra Luce e Daniel gli ha riportato alla mente il suo unico amore, Lilith, perduto più di 3000 anni prima e quando scopre che la ragazza, così dolce e pura, è finita all’Inferno, capisce che c’è di mezzo lo zampino di Lucifero ed è deciso più che mai a salvarla per avere la sua seconda occasione. Il diavolo infatti l’ha condannata (come in una versione ancora più sadica della maledizione di Luce) a rinascere all’infinito in realtà create apposta per essere il suo inferno personale, dove la sofferenza e l’odio verso un amore infranto del quale non ha alcuna memoria, sono i suoi unici compagni.

“Era stato stupido suonare con loro, stupido sperare in qualcosa, perché lei era Lilith, e tutto le andava sempre male, e mai e poi mai avrebbe ottenuto quello che voleva nella vita.”

Una volta scoperto il ciclo di infelicità al quale è sottoposta la sua amata, Cam decide di fare il fatidico patto con il diavolo: avrà 15 giorni per farla innamorare di nuovo di lui oppure diventerà lo schiavo di Lucifero per sempre. Ma Lilith è diversa da come se la ricordava: non è più la ragazza spensierata ed innamorata della vita che aveva conosciuto a Canaan. La vita non è stata clemente con lei: è povera, il padre l’ha abbandonata, la madre scarica su di lei le sue frustrazioni e l’unico che le voglia davvero bene è il fratellino, che però è nato con dei problemi di salute e la cosa la preoccupa enormemente. Come se non bastasse non ha amici, i professori la trattano con disprezzo ed è costantemente bullizzata dalla sua arci-nemica, la miss popolarità di turno. Di conseguenza il suo carattere è stato forgiato nella diffidenza verso gli altri, nella mancanza di aspettative verso il futuro e nella assenza di affetti umani. L’unica cosa che ha mantenuto nel tempo è la sua passione per la musica, unica valvola di sfogo per le sue sofferenze.

“Per l’ennesima volta lei si sentì sola in mezzo a loro. Non che pensasse di essere più intelligente o di avere gusti migliori di quei ragazzi che andavano in visibilio per un ballo studentesco. Qualcosa di molto più profondo e importante la separava da chiunque avesse mai conosciuto. Non sapeva cosa fosse, ma per la maggior parte del tempo si sentiva una specie di aliena.”

Quando arriva Cam, sente verso di lui uno strano legame di familiarità, come se lo avesse già visto da qualche parte, unito ad un profondo odio per tutto quello che fa o che dice. Il demone d’altra parte, sapendo di avere poco tempo, parte subito all’assalto, ottenendo solo un maggiore disprezzo da parte della ragazza, tra l’altro comprensibile, visto il mondo in cui vive. Così Cam dovrà rimettersi in gioco e migliorarsi per riuscire a fare di nuovo breccia nel cuore della sua amata: era sempre stato abituato a sfruttare la sua bellezza e la sfacciataggine per ottenere ciò che voleva, ma ora dovrà essere meno arrogante, più comprensivo ed altruista, ostacolato per altro dalle azioni di disturbo di Lucifero. Un cambiamento che ha mostrato un altro lato del demone, sicuramente molto apprezzato.

“«Ma non mi serve conoscerlo per sapere che lo odio.» Dirlo ad alta voce le fece capire quanto sembrasse assurdo. Lo odiava davvero, ma non sapeva perché. Cam non le aveva fatto niente, eppure il solo pensiero di lui la innervosiva e le faceva venir voglia di spaccare qualcosa.”

Voto:3-5-stelle

Consigliato: NI

Unforgiven è un libro scritto per tutte le fan di Fallen, desiderose di vedere l’amato Cam con un lieto fine tutto suo. Per questo vuole riprendere alcuni aspetti di Fallen, come ad esempio la maledizione della protagonista, ma, mentre nel caso di Luce e Daniel, il loro essere destinati a stare insieme ha una sua spiegazione, con solide basi create nel corso dei millenni, la storia di Cam e Lilith sembra un po’ forzata, nata velocemente nel passato e ritrovata frettolosamente nel presente. Da un lato l’ostinazione di Lilith è frustrante e l’insistenza di Cam potrebbe sembrare inquietante, ma l’innamorarsi in 15 giorni è comunque troppo pretenzioso: pure Lucinda, con la sua storia alle spalle, aveva avuto il suo momento di crisi e di perplessità sui suoi sentimenti. Altra cosa sono i continui riferimenti ai due amanti d’eccezione, che inizialmente infondono un senso di malinconia piacevole, per poi diventare perfino un tantino esagerati in alcuni punti dove la venerazione diventa un po’ eccessiva.

Per il resto la storia è scorrevole e la trovata del count down ogni inizio capitolo riesce a creare un senso di ansia, che tiene incollati alle pagine. Non sono un’amante dei cambi di punti di vista, ma in questo caso non hanno creato interruzione nella narrazione, anzi hanno permesso di comprendere a fondo i cambiamenti che hanno vissuto i vari personaggi; perciò sono stati un’ottima trovata, così come il riportarci periodicamente al 1000 a.c. per farci scoprire l’originaria storia d’amore tra i due. Peccato per il finale, che è stato a mio avviso troppo frettoloso.

Consiglio questa leggera storia d’amore ovviamente a tutte le fan di Fallen, mentre se già la saga originaria non vi ha convinto, allora non credo lo farà Unforgiven, che purtroppo ho trovato leggermente sottotono rispetto ai precedenti libri.

“Voleva passare più tempo con lei, una sensazione strana e nuova per Cam. Voleva starle accanto e vedere di giorno come il sole le illuminava i capelli; voleva memorizzare i delicati movimenti delle sue dita mentre Lilith produceva bellezza con le corde e con il legno. Voleva che lei lo guardasse come Liat guardava Dani. E voleva baciare quelle labbra ogni giorno, per sempre.”

E voi lo avete già letto? Siete fan di Fallen? Non lo siete affatto? Fatemi sapere tutto 🙂nessie

Annunci

8 pensieri riguardo “[Recensione] Unforgiven – Lauren Kate

  1. Ciao sono del parere che questo libro sia fantastico e soprattuto per il fatto che a differenza di Luce e Daniel che devono diventare mortali, Cam e Lilith non sono vincolati da nulla e nessuno. Ho capito bene giusto?😂 fatemi sapere

    Liked by 1 persona

    1. Ciao! 🙂 Ma tu l’hai già letto giusto? Il “lieto fine” di Luce e Daniel mi è sempre sembrato un po’ triste, cioè va bene che alla fine stanno insieme, ma perdendo tutta la loro storia è come se non fossero più le stesse persone… o almeno io la penso così. Per quanto riguarda Cam e Lilith, come ho detto il finale è un po’ frettoloso e abbastanza aperto, quindi non ho ben capito se alla fine lei è immortale o se Cam sarà di nuovo destinato un giorno a restare da solo. Dal momento che è già morta qualche millennio prima, penso che ormai non sia più una creatura mortale e che quindi il lieto fine sia più lieto nel loro caso, ma avrei davvero preferito che fosse spiegato meglio. Si interrompe proprio di colpo! Ho girato la pagina e ci sono rimasta male che era finito! Comunque se si è fan di Fallen è da leggere assolutamente che è davvero carino 😀

      Mi piace

Non tenerti tutto dentro! :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...