Teaser Tuesday #17

Buongiorno a tutti! 🙂 Oggi è martedì, il che significa… Teaser Tuesday!

Le regole sono queste:

  1. Prendi il libro che stai leggendo;
  2. Aprilo ad una pagina a caso;
  3. Condividi un estratto di quella pagina;
  4. Occhio agli spoiler! Assicurati di non dire troppo: non rovinare il piacere della lettura;
  5. Riporta titolo ed autore, così che i lettori possano aggiungere il libro alla loro TBR list se sono rimasti colpiti dal teaser.

Semplice no? E tutti possono partecipare. Ecco i nostri Teaser Tuesday!


TEASER TUESDAY DI NESSIE

ritorno al covenant

Da Ritorno al Covenant (Covenant #0.5) di Jennifer L. Armentrout (2017)

Odiavo la statua di Apollo e la corona d’alloro puzzolente che mia madre sostituiva ogni maledetto giorno. Non che avessi niente contro Apollo, anzi, doveva essere uno dei migliori fra gli dei, dato che rappresentava l’armonia, l’ordine e la ragione. Solo che quella statua era la cosa più pacchiana che avessi mai visto in vita mia.
Era solo un busto, ma sul petto c’erano incisi una lira e un delfino e, nel caso l’overdose di simboli non fosse stata sufficiente per il grande pubblico, sulla spalla c’era anche una dozzina di minuscole cicale. Che diavolo rappresentavano quei fastidiosissimi insetti rumorosi che ti finivano sempre incastrati fra i capelli? Col cavolo che simboleggiavano la musica e il canto.
Non avevo mai capito perché la mamma fosse così affascinata da Apollo, o da uno qualunque degli altri dei, per quel che contava. Non si facevano vedere da quando i mortali avevano deciso che sacrificare le proprie figlie vergini non era affatto carino. Non conoscevo nessuno che avesse mai visto un dio. Secoli prima gli dei correvano a piede libero sulla terra e avevano generato un centinaio di semidei, a cui avevano poi permesso di avere figli, i Puri, ma dopo non si erano mai più mostrati.


TEASER TUESDAY DI GIORDKA

la sopravvissuta

La sopravvissuta di Carla Norton (2015).

Il nome della ragazza era rimasto fuori dai titoli dei giornali così a lungo da dargli la certezza che nessuno la stesse più cercando. Inserì la chiave nella serratura per l’ultima volta. La porta si spalancò, girando sui cardini, ma lui non sentì la necessità di richiudersela dietro le spalle. I gradini scricchiolarono sotto il suo peso. Scese nello scantinato e le ordinò di mettersi in piedi, faccia al muro. Prima venne la benda sugli occhi. Poi le manette. Le tirò le mani dietro la schiena, serrando le manette tanto strette da farla sobbalzare. Si chinò su di lei, inalandone l’odore, soffermandosi sul collo per ammirare la ragnatela di cicatrici che le ricopriva la pelle. Con un pollice, seguì lentamente il bordo frastagliato della più recente, ancora rosea e lucida, che partiva dalla scapola sinistra per inoltrarsi verso il basso, lungo tutta la schiena, fino a scomparire oltre l’elastico dei pantaloni del pigiama rosa e nero. «Voltati e apri la bocca» disse, e quando lei obbedì le posò una pastiglia sulla lingua e le ordinò di deglutire. Aveva calcolato una dose che la rendesse sonnolenta per la durata del viaggio, ma non tanto forte da impedirgli di svegliarla per portare avanti il suo piano. Avvolgendole il collo con un braccio, senza stringere, si leccò le labbra e sussurrò: «Adesso, scricciolo mio, andiamo a farci un giretto. Una piccola avventura. Non voglio sentire nemmeno un cinguettio, chiaro?» Le vecchie scarpe da ginnastica le stavano ormai piccole e lui non aveva pensato di comprargliene delle altre, perciò lei salì le scale a piedi nudi, guidata dall’uomo.


TEASER TUESDAY DI LILLI-J

angeli pericolosi

Da Angeli Pericolosi di Francesca Lia Block (2007)

My Secret Agent Lover Man la prese per i fianchi. Weetzie e My Secret Agent Lover Man rimasero seduti lì coperti di acqua salata a fissarsi l’un l’altra. Weetzie non aveva mai notato quanto fossero belle le sue labbra. Lui la baciò. Un bacio alla torta di mele e gelato, con la vaniglia cremosa che si scioglie al calore della torta. Un bacio che sa di cioccolato quando il cioccolato non lo mangi da un anno. Un bacio che sa di palme che sfrecciano trascinando nuvole rosa quando guidi lungo il Sunset Strip ubriaca di champagne. Un bacio che sa di riflettori che ravvivano il cielo e di un mare gonfio che si versa come lacrime nelle tue gambe. E ci furono ancora molti di quei baci. Sulla moto, nei bagni dei locali, nella camera rosa, nella vasca da bagno. Tra un bacio e l’altro My Secret Agent Lover Man filmava Weetzie che metteva mani e piedi nelle impronte delle star del cinema al Graumann, serviva toast al Duke, si provava i vestiti di Fifì, pattinava sulla banchina di Venice Beach con Cane Ganzo che la trascinava, durante una cerimonia indiana o immersa nella vasca piena di schiuma. A volte la filmava che surfava con Dirk e Duck o ballava musica reggae con Ping mentre Valentina e Raphale suonavano i tamburi.


Cosa ne pensate? Li avete letti? Vi ispirano? Siamo curiose di scoprire anche il vostro TT nei commenti 😀

Annunci

Non tenerti tutto dentro! :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...