[Recensione] Anima Divina – Jennifer L. Armentrout

Titolo: Anima Divina

Autore: Jennifer L. Armentout

Editore: HarperCollins

Genere: Paranormal Romance

Serie: Covenant #3

Anno di uscita: 2017

Ciao a tutti!! 🙂 Sono così emozionata!! Ho appena finito di leggere Anima Divina, il terzo capitolo della serie Covenant di Jennifer L. Armentrout e sono pietrificata, svuotata, attanagliata dall’ansia che esca il seguito, per poterlo leggere tutto d’un fiato come è successo con questo. Ormai saprete che questa è una delle saghe che più aspetto in assoluto di terminare, una di quelle che mi prendono più di tutte, assolutamente fantastica. Ovviamente tutti saprete di cosa sto parlando giusto? Altrimenti non sareste qui… vero?? Nel dubbio vi lascio il link alla mia recensione del primo e del secondo   libro, nel caso voleste rinfrescarvi la memoria 😉

TRAMA

Alexandria non sa se ce la farà ad arrivare viva al suo diciottesimo compleanno e al fatidico Risveglio. Il fanatico Ordine di Thanatos, a lungo dimenticato, la sta cercando per eliminarla, e se il Consiglio dovesse scoprire cosa è successo davvero durante l’attacco al Covenant dello stato di New York, la sua sorte sarebbe ugualmente segnata. E così pure quella di Aiden, la Sentinella di sangue puro che farebbe di tutto per proteggerla. Non solo: ogni volta che si “allena” con Seth, il primo Apollyon, le compare sulla pelle un nuovo simbolo della speciale natura divina che li lega indissolubilmente e cresce il rischio di anticipare il momento del Risveglio, con conseguenze inimmaginabili e forse persino devastanti. 
Come se non bastasse, all’improvviso una rivelazione sconvolgente cambia ogni cosa e Alex, intrappolata tra sentimenti e necessità, impara a proprie spese di chi si può davvero fidare… e chi, invece, l’ha ingannata fin dall’inizio. 
Quando gli dei si riveleranno e la loro collera si scatenerà, in pochi sopravvivranno. E solo chi rimane saprà se davvero l’amore può sconfiggere il destino.

RECENSIONE

Alla fine di Cuore Puro, avevamo lasciato Alex che, dopo aver ucciso una Guardia di sangue Puro per salvarsi la vita (già solo attaccare un Puro per un Mezzosangue è un peccato gravissimo), era scappata con Seth in gran fretta per tornare al Covenant; mentre Aiden per coprirla aveva usato il potere di costrizione su un testimone Puro per fargli dimenticare ciò che aveva visto (peccato mortale #2!). Insomma una situazione tranquilla, come quelle a cui siamo state abituate in questa saga.

In Anima Divina, troviamo quindi Alex che, non potendo stare con Aiden (ricordiamo che lui è un Puro e le relazioni tra Puri e Mezzosangue sono assolutamente proibiti: peccato mortale #3) ha deciso di dare una chance a Seth. Alex e Seth sono infatti i due Apollyon, destinati con il compimento della maggiore età di lei, a diventare una cosa sola, due esseri potentissimi legati indissolubilmente, capaci persino di sterminare gli dei.

Ma nonostante la sua volontà di dargli una possibilità e nonostante la forte attrazione che prova nei suoi confronti, amplificati da quella strana cordicella che li unisce, Alex non riesce a smettere di pensare ad Aiden. In questo modo ogni volta che è con Seth, da un lato sembra (per noi Team Aiden) un tradimento verso il Puro, ma allo stesso tempo leggendo i suoi pensieri, proviamo una pena infinita verso il primo Apollyon verso il quale non sembra comportarsi molto correttamente. Eppure, se di solito un atteggiamento del genere mi disturba tantissimo e mi fa provare un disprezzo infinito verso la protagonista, qua non si può non capirla e perdonarla: tutto il mondo sembra contro di lei e la sua testa è incasinata da questo strano legame divino che non riesce a controllare.

E poi non si può non provare simpatia per un’eroina del genere: ribelle, istintiva ed ironica, rende la narrazione molto divertente e scorrevole. Ma per la prima volta la vediamo anche preoccupata, anzi davvero spaventata, per quello che le sta accadendo e che non riesce a comprendere. Manca ormai poco al suo Risveglio, che la unirà definitivamente a Seth e la minaccia della perdita della sua identità è sempre più reale, dal momento che iniziano precocemente a comparire i primi sintomi.

“«Reagisci sempre in modo così impulsivo.»
«Come?»
Abbassò una mano e mi sfiorò il ginocchio. «È sempre la tua primissima reazione, il primo pensiero che hai quando ricevi una notizia come questa. Scalpiti per passare subito all’azione, invece di riflettere.»
Gli nascosi la guancia contro il petto. «Non è un gran complimento.»
Mi posò la mano sulla nuca, affondando le dita fra i miei capelli scompigliati. Trattenni il fiato, chiedendomi se fosse cosciente di quello che stava facendo. Mi strinse più forte, quasi a impedirmi di allontanarmi troppo. Come se io avessi avuto intenzione di spostarmi… non mi importava quanto la situazione fosse sbagliata, pericolosa o stupida.
«Non è neanche un insulto» rispose lui dolcemente. «È semplicemente quello che sei. Non ti fermi mai a pensare ai pericoli, ti concentri solo su ciò che è giusto. Solo che a volte non è… giusto.»”

Per quanto riguarda Seth, beh è sempre lo stesso egocentrico, sicuro di sé e irriverente ragazzo che crede di essere il più bello e il più forte dell’universo, e che per questo motivo tutto gli sia permesso (non per questo meno affascinante). Nello scorso libro abbiamo imparato a conoscerlo e ad apprezzarlo, tanto che, come ho detto, si prova quasi pena per lui, per il fatto che Alex preferisca Aiden (quasi!). Eppure c’è qualcosa di strano in lui stavolta, sembra non essere del tutto sincero e crede alle persone delle quali Alex non si fida, e questo lo rende sospetto. O forse è solo paranoia, legata al punto di vista della protagonista, perché, come si vedrà in questo libro, molte persone si discosteranno dalle idee che ci eravamo fatte precedentemente di loro, e non sempre i pregiudizi di Alex risulteranno poi fondati.

“Lasciai cadere lo zaino sul divano, mi sedetti e tirai fuori il cellulare che mi aveva regalato Seth. C’era un solo contatto salvato nella rubrica: Coniglietto coccoloso.
Non riuscii a non sorridere. Era come se Seth avesse due personalità: quella divertente e affascinante, che sapeva anche essere paziente e gentile, e un’altra completamente diversa… il Seth che non conoscevo del tutto, che sembrava dire soltanto mezze verità e che era l’incarnazione di tutto ciò che temevo.”

E poi c’è Aiden, di cui ci sarebbero da dire mille cose, ma poi non riuscirei ad essere imparziale XD Aiden è perfetto. Punto. Sarebbe il ragazzo ideale per Alex, se non fosse per qualche stupida regola razziale. Ha provato a trattenersi per tutto Cuore Puro, ma ora, anche un po’ a causa della gelosia, si vede che le sue barriere cadono una dopo l’altra. È sempre pronto ad aiutare Alex e c’è sempre per lei, e d’altro canto lui è la prima persona che lei cerca quando ha bisogno di un consiglio o di una mano.

“Esitai un attimo, ma dovevo vederlo. Dovevo e basta. Tirai delicatamente la collanina, restando senza fiato quando uscì del tutto da sotto la maglietta.
Appeso alla catenina d’argento c’era il plettro nero che gli avevo regalato per il suo compleanno. Il giorno in cui gliel’avevo dato, lui mi aveva detto che non mi amava. Ma questo… questo doveva pur significare qualcosa, e il mio cuore si gonfiò fino quasi a esplodere.”

Voto:5-stelle

Consigliato: ASSOLUTAMENTE SI

Covenant è una delle saghe più avvincenti che io abbia mai letto e Anima Divina è stata la giusta continuazione, in grado di soddisfare ogni mia aspettativa. Si è potuto vedere come prosegue lo strano triangolo tra Alex, Aiden e Seth e come la ragazza riesca a gestire la sua scelta. Ma soprattutto è stato un romanzo ricco di azione, non tanto per gli scontri in sé, ma per i mille colpi di scena, le moltissime cose che sono accadute, con i personaggi che cambiano di continuo i loro ruoli, sorprendendoti anche quando non l’avresti considerato possibile.

La scena si evolve, non siamo più limitati ai vari Covenant, o meglio fisicamente è così, ma le vicende iniziano a legarsi in un’ottica più ampia. Vediamo evolversi il movimento rivoluzionario che chiede la parità dei diritti tra Puri e Mezzosangue, e la risposta di quello più conservatore che vouole annientare gli Apollyon (come se Alex non avesse abbastanza problemi) per difendere le divinità e l’ordine originario. Ma soprattutto molto apprezzata è finalmente la comparsa degli dei, che finora avevano costituito solo lo sfondo delle vicende, mentre da questo momento iniziano ad avere una parte importante, togliendo alla mitologia il ruolo marginale che aveva assunto fino a questo momento.

Se poi a tutto questo aggiungiamo che la scrittrice è la Armentrout, con il suo stile incalzante ed ironico, il tutto si può riassumere in una sola parola: stupendo!


Insomma è da leggere assolutamente!! E se come me non aspettate altro che di poter leggere il seguito, ecco la trama (tradotta da me, quindi scusate l’italiano XD ) di Apollyon, il quarto volume di Covenant, la cui data di uscita in Italia purtroppo è ancora sconosciuta.

apollyon

Il Fato non è qualcosa contro cui scontrarsi… e ora, nemmeno Alex.

Alex ha sempre temuto due cose: perdere se stessa con il Risveglio ed essere sedata con l’elisir. Ma l’amore è sempre stato più forte del destino, e Aiden St. Delphi è deciso a dichiarare guerra agli dei – e ad Alex stessa – per riportarla indietro.

Gli dei hanno ucciso migliaia di persone e potrebbero distruggere intere città nel loro intento di fermare Seth dall’assorbire i poteri di Alex e diventare lo Sterminatore di dei. Ma rompere la connessione di Alex con Seth non è l’unico problema. Ci sono alcune piccole scappatoie fastidiose nell’intera teoria “un Apollyon non può essere ucciso”, e l’unica persona che potrebbe sapere come fermare la distruzione è morta da centinaia di anni.

Trovare la via oltre le barriere che proteggono il Mondo dell’Aldilà, in cerca di un’anima tra milioni, e tornare in qualche modo, sarà già abbastanza difficile. Alex potrebbe essere in grado di impedire a Seth di diventare lo Sterminatore di dei… o potrebbe diventarlo lei stessa.


Fantastico non è vero? 😍😍 Cosa ve ne sembra? Avete intenzione di leggerlo? Lo avete già fatto? Ditemi tutto!!nessie

Annunci

7 pensieri riguardo “[Recensione] Anima Divina – Jennifer L. Armentrout

  1. Wow il tuo entusiasmo in merito a questa saga è travolgente! C’è da dire che le copertine sono molto belle e accattivanti. Se solo avessi tempo, penso che proverei a leggerlo, perché le tue parole sono state incisive. Bella recensione 😊

    Liked by 1 persona

      1. *-* si capisce dall’entusiasmo che hai messo nel scrivere la recensione che per te è importante e che ti è davvero piaciuta.
        La metto nella lunghissima lista di letture future e chissà che prima o poi non riesca a leggerla 😉

        Liked by 1 persona

Non tenerti tutto dentro! :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...