[Recensione] The Glittering Court – Richelle Mead

Titolo: The Glittering Court

Autore: Richelle Mead

Editore: Edizioni LSWR

Genere: Fantasy

Serie: The Glittering Court #1

Anno di uscita: 2017

Ciao a tutti! 🙂 Oggi vi parlerò di The Glittering Court il primo romanzo dell’omonima saga fantasy di Richelle Mead, già famosa per aver scritto Vampire Academy. Pur ambientandosi in luoghi inventati, non c’è magia in questo mondo, diventando quasi un romanzo collocabile nell’epoca coloniale e per questo tranquillamente leggibile anche da tutti coloro che storcono il naso di fronte al paranormale. Vediamo cosa racconta!

TRAMA

Per un gruppo selezionato di ragazze la Corte Scintillante (The Glittering Court) rappresenta l’opportunità di conquistare una vita che finora potevano solo sognare, una vita fatta di lusso, glamour e ozio. Per l’aristocratica Adelaide, costretta dalla sua famiglia nobile, ma ormai decaduta, a un matrimonio d’interesse, la Corte Scintillante rappresenta qualcos’altro: l’occasione di pianificare il proprio destino e di avventurarsi in una nuova terra ricca e incontaminata al di là dell’oceano.Dopo un incontro fortuito con l’affascinante Cedric Thorn, Adelaide si spaccia per una cameriera. Tutto comincia a sgretolarsi quando Cedric scopre lo stratagemma di Adelaide e questa viene notata da un giovane governatore molto potente, che vuole sposarla. La fanciulla non si è lasciata alle spalle la gabbia dorata della sua vecchia vita solo per diventare di proprietà di qualcun altro. Ma a essere davvero sconvolgente – o meravigliosa – è la fortissima attrazione proibita tra Adelaide e Cedric, che, se assecondata, li renderebbe due emarginati in un mondo selvaggio, pericoloso e inesplorato, e forse ne causerebbe perfino la morte.

RECENSIONE

The Glittering Court ci trasporta a Osfrid, una specie di Inghilterra d’altri tempi, tra nobili interessati solo alle feste, alla ricchezza e alla notorietà, dove il matrimonio non è una questione di cuore, ma di affari, dove la donna viene valutata solo in base alla bellezza e risulta esclusivamente un investimento (come un gioiello), dove l’uomo è convinto di poter fare quello che vuole solo grazie ad un titolo e al proprio denaro.

In questo contesto la famiglia Thorn, composta dai fratelli Charles e Jasper, oltre che al figlio di quest’ultimo, Cedric, è riuscita a creare un business molto originale: ogni anno vengono reclutate dalle classi meno abbienti giovani belle donne, le quali, dopo un’intensiva istruzione di etichetta, vengono vendute nelle colonie in matrimonio ai nuovi nobili. Questi sono uomini più o meno giovani che, dopo essere partiti all’avventura in queste nuove terre, sono riusciti a fare fortuna, e che pensano con questo “acquisto” di poter consolidare la loro immagine. La Corte Scintillante, così si chiama quest’attività, diventa così un’agguerrita gara tra ragazze che, non avendo nulla da perdere, scelgono di mettersi in gioco con la speranza di accalappiare il pretendente più ricco e dare così una svolta alla propria vita.

La protagonista è Elizabeth, contessa di Rothford, una ragazza bella, ironica e testarda, proveniente da una delle famiglie più importanti di Osfrid, ma finita in rovina a causa di alcuni investimenti dei genitori. Il suo destino è sempre stato quello di sposare un nobile ricco, per appianare i debiti, ma arrivato il momento del suo fidanzamento qualcosa scatta in lei. Non vuole che il suo destino venga scelto da altri ed arriva perfino ad invidiare la gente comune per la loro libertà. Il suo amato titolo, di cui si è vantata per tutta la vita, inizia a pesare su di lei: decide così di rischiare tutto e, fingendosi la sua domestica Adelaide, fugge nella Corte Scintillante.

“Andarsene? Pensava davvero che io potessi farlo? Ada considerava il mio lignaggio e la mia ricchezza sinonimi di potere, ma in realtà una persona comune aveva più libertà di me. Ed era per questo, forse, che avevo bisogno di diventare una di loro.
«Siete la contessa di Rothford. Qualcuno con un nome come il vostro non può andare tra coloro che un nome non ce l’hanno»”

Alla Corte stringe amicizia con due ragazze molto diverse, ma che come lei condividono un passato misterioso, che non si sentono di condividere e dal quale sono fuggite. Tasmin è sveglia e competitiva, il suo unico desiderio è quello di riscattarsi dalla sua vita precedente fatta di duro lavoro. Per questo ha intenzione di diventare la migliore in modo da sposarsi il più ricco di tutti ed essere servita come una nobildonna. Mira invece è una immigrata, fuggita dal suo paese in guerra, e per questo derisa e disprezzata dalle altre ragazze. Non si capisce bene quale sia il suo fine nella Corte Scintillante, lei è sicuramente il personaggio più misterioso di tutti, caratterizzato da una immensa voglia di indipendenza e di libertà.

E poi c’è Cedric, il giovane figlio dell’ideatore della Corte, uno studioso dell’università, un ragazzo beneducato e con un sogno, nella cui realizzazione mette tutto se stesso. Fin dal loro primo incontro tra Adelaide e Cedrid scatta qualcosa, che diventerà ben presto una magnifica intesa, un’attrazione proibita, che li legherà  in modo permanente, nel loro cercare di nascondere i propri segreti al resto del mondo.

“Il matrimonio non era questione di amore e desiderio. Era questione di affari, e io dovevo tornare a concentrarmi sugli affari. Un passo falso si poteva perdonare, ma non un secondo… qualsiasi cosa volesse dirmi il mio cuore. E ora aveva davvero tanto da dire.”

Voto:4-5-stelle

Consigliato: SI

The Glittering Court è un romanzo estremamente scorrevole e sorprendente, mai scontato, ricco di colpi di scena e di intrighi, con mille segreti che ci vengono svelati poco per volta e altrettanti personaggi interessantissimi da scoprire e conoscere pagina dopo pagina. Ho apprezzato tantissimo il percorso di crescita che compie la protagonista, da ragazzina viziata che fugge egoisticamente alla ricerca di un futuro diverso, fino a diventare una donna matura, che, consapevole dei veri valori della vita, rinuncia a tutto quello che ha sempre creduto importante, agli agi e alle ricchezze.

I temi trattati, dalle differenze razziali alla libertà di culto, dai matrimoni di interesse alla corruzione derivante dal sete di potere, vengono trattati tutti in maniera molto leggera, perfettamente in linea con l’intera storia, senza mai cadere nel banale.

Mi è piaciuta moltissimo la prima parte, che tra la competizione e l’ambientazione mi ha ricordato molto The Selection di Kiera Cass, così come ho apprezzato la seconda più romantica e realistica. Un libro che mi sento di consigliare a tutti, non solo agli amanti del fantasy e delle saghe, perché è una storia che sembra collocata in un’altra epoca più che in un altro mondo e fatta eccezione per alcune curiosità che ancora non vengono svelate alla fine, il romanzo può anche essere considerato autoconclusivo, dal momento che i successivi riprenderanno la stessa storia con un diverso punto di vista. Adatto a chi cerca romanticismo con una buona dose di avventura.


E ora ecco la trama del secondo capitolo di questa bellissima storia, The Midnight Jewel, che uscirà in lingua originale il 27 Giugno e verrà raccontata seguendo da vicino il personaggio di Mira.

the midnight jewel

In Midnight Jewel, Richelle Mead va oltre la stravaganza e il glamour della Corte Scintillante, per scavare nell’oscurità della politica di Cape Triumph attraverso gli occhi di una ragazza che osa combattere per la sua libertà.
Mira, una rifugiata di guerra, è stata espulsa dal suo paese di origine e spinta in un altro, dove le condizioni sono inospitali a dire tanto. Per uno scherzo del destino, le viene data la possibilità di fuggire ancora una volta, e lei la coglie, unendosi alla Corte Scintillante.
Sia scuola che impresa commerciale, la Corte Scintillante è progettata per trasformare povere ragazze in signore d’alta classe, destinate ad un matrimonio potente e ricco nel Nuovo Mondo. Qui Mira si ritrova oggetto di persecuzione, non solo dalle sue compagne gioielli della Corte Scintillante, ma anche dai suoi pretendenti, uomini a cui potenzialmente dovrebbe concedere la propria vita.
Di giorno fa esercizio, impara l’etichetta e i modi che l’aiuteranno a guadagnare l’anonimato, facendosi anche alcune vere amiche intanto, Adelaide la cameriera di una signora e Tasmin l’ambiziosa lavandaia. Ma di notte Mira progetta un piano diverso, uno che se scoperto, la potrebbe fare impiccare nella più alta corte di Adoria.
Midnight Jewel è la straordinaria storia di una ragazza con poche opzioni che con coraggio si crea un nuovo cammino, trovando l’amore, la passione, amicizie eterne e forse anche una via verso la libertà.


Allora che ne pensate? Lo avete già letto? Vi ispira? Fatemi sapere! 😀

nessie

Annunci

13 pensieri riguardo “[Recensione] The Glittering Court – Richelle Mead

    1. Si anche a me! Infatti di recente ho letto anche Matrimonio di convenienza, che anche se è ambientato nel presente sembra sia tipo dell’epoca vittoriana. Una commedia romantica davvero divertente che se ti piace il genere ti consiglio tantissimo 🙂

      Liked by 1 persona

  1. Quando hanno annunciato l’uscita del libro avevo cercato informazioni e risultava essere tutta un’altra cosa e quindi l’ho eliminato subito dalla lista…ma leggendo la tua recensione la trama mi attira parecchio…sigh mi sa che dovrò aggiungere anche questo ai mille libri che devo leggere 😉

    Liked by 1 persona

Non tenerti tutto dentro! :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...