5 Cose che… #1

Ciao a tutti!! 🙂 Oggi abbiamo deciso di iniziare una nuova rubrica. Si chiama 5 cose che… ed è stata ideata dal blog Twins Book Lovers: a seconda del tema della settimana, vi elencheremo quindi le nostre 5 cose che ci vengono in mente.

Il tema scelto per questo venerdì è…

5 letture che mi hanno fatto ridere

Come al solito vi lasciamo il link di Goodreads del libro, in modo che cliccando sulla copertina che più vi ispira potrete facilmente leggere la trama e nel caso aggiungerlo alla vostra TBR list 😉

Ed ora ecco le nostre risposte 😀


Nessie

1. Sicuramente il primo che mi viene in mente è Matrimonio di Convenienza di Felicia Kingsley. Una lettura davvero divertente e assolutamente consigliata se cercate un attimo di svago dai numerosi impegni della quotidianità. Per chi l’ha letto, certamente sarà d’accordo con me sul fatto che sia esilarante, soprattutto nella scena del bar!!

matrimonio di convenienza

2.3. I libri di Jennifer L. Armentrout, pur non essendo commedie, ma paranormal romance, riescono sempre a farmi scappare un sorriso con la loro brillante ironia. Quindi direi la saga di Caldo come il Fuoco (The Dark Elements) e la saga Lux, in particolare quella dalla parte di Daemon ovvero Oblivion.

caldo come il fuoco

oblivion

4. Come non menzionare poi Shadowhunters di Cassandra Clare, la mia saga preferita in assoluto con un fantastico Jace ❤ “Cacciatori: strafighi in nero dal 1234”

shadowhunters

5. E poi direi Io prima di te di Jojo Moyes: sì lo so che in realtà è una storia triste e mi ha fatto piangere non poco, ma l’accoppiata Lou-Will è stupenda e la Moyes riesce a trattare con assoluta leggerezza anche i temi più delicati, strappandoti spesso anche qualche risata.

io prima di te


Lilli-J

1. Al primo posto sicuramente Confessions of Georgie Nicolson di Louise Rennison, serie di libri sentimentale/ comici che mi ha letteralmente fatto morire dalle risate! Non esiste una comicità tanto spassosa e perfetta come quella della Rennison, donna che ho ammirato con tutta me stessa. Non mi stancherò mai di rileggere le grottesche avventure di Georgia e sentirmi il cuore più leggero ad ogni pagina!

confessions of georgie nicolson

2. Ochei, come ben sapete io sono quella dei fumetti, quindi al secondo posto infilo senza indugi Venerdì 12 di Leo Ortolani, una delle letture più dannatamente divertenti che esista sulla faccia della terra.  Leo riesce a far ridere generazioni di giovani e non, da più di vent’anni con il suo personaggio RatMan, ma è in questo piccolo gioiellino del fumetto italiano, che dà tutto il suo meglio, con una storia unica, dei personaggi adorabili e una comicità irriverente e bestiale. Un toccasana per i momenti di depressione.

venerdì 12

3. Sembrerà strano ma al terzo posto ho deciso di classificare It di Stephen King. Lo so, lo so è un romanzo horror, e riesce perfettamente nel suo intento: vi assicuro che fa accapponare la pelle ad ogni pagina. Ma ci sono vari momenti, in particolare quelli dedicati al personaggio comico di Richie Tozier, che ti fanno realmente ammazzare dalle risate. Il personaggio più sfrontato dei “perdenti” del romanzo è studiato dannatamente bene e riesce, con le sue battute fuori luogo a dare qualche istante di respiro tra un momento di pure terrore e un altro.

it

4. Concluderò con due fumetti, visto che i libri che solitamente leggo io sono perlopiù riflessivi e non comici; il primo è la serie a fumetti Scott Pilgrim, di Bryan Lee O’ Malley di cui ho già parlato ampiamente in precedenza. Mi soffermerò ancora un attimo per sottolineare la bravura del fumettista canadese nel creare dei personaggi così realmente comici da sembrare quasi di ritrovarsi davanti ai nostri amici di lunga data, quelli con cui si scambiano le battute più stupide e ridicole.

scott pilgrim

5. Infine, il mio ultimo posto lo cedo volentieri ad uno dei più influenti autori di fumetti italiani degli ultimi anni Zerocalcare, con il suo Ogni maledetto lunedì su due, raccolta delle sue più belle mini storie pubblicate sul famosissimo blog. Un piccolo tesoro di divertentissimi aneddoti, narrati con il suo personalissimo stile e con quel suo accento da romanaccio che dà quel tocco di classe a tutta l’opera.

ogni maledetto lunedì su due


Allora che ne pensate di questa nuova rubrica? Vi è piaciuta? Quali sono i vostri 5 libri che vi hanno fatto più ridere? 🙂

Annunci

14 pensieri riguardo “5 Cose che… #1

  1. Di calore….purtroppo non leggo libri che facciano ridere nel senso che x ridere devono proprio proprio essere divertenti….sono x cose più buie ma già lo sapete. Ottima rubrica in ogni caso..brave brave come sempre!!!!!!

    Liked by 1 persona

    1. Ahah sisi ti conosciamo 🙂 beh ci sta, le commedie non sono nemmeno tanto il mio genere, infatti di vera commedia ne ho letta solo una XD magari saremo piú fortunate con il prossimo tema! grazie come al solito di tutto e buon weekend😘

      Mi piace

  2. Una bellissima rubrica!
    In effetti anche a me Io prima di te ha strappato diverse risate, anche se poi sono arrivati fiumi di lacrime!
    Ho appena iniziato Shadowhunters e Jace mi sta piacendo un sacco, peccato non sia così anche nella serie tv, dove mi è completamente indifferente!

    Liked by 1 persona

    1. Si il Jace del libro è perfetto!!😍 quello del telefilm, avendolo visto dopo non riesco a giudicarlo in modo imparziale e quindi non mi dispiace del tutto… ma sicuramente non è nemmeno lontanamente come quello del libro!… il che mi fa ricordare che è rincominciata la serie vero?? Tra tutti gli impegni mi sono dimenticata!! Devo recuperare gli episodi passati😂😍

      Liked by 1 persona

  3. Vado con i miei 5:
    – Guida galattica per gli autostoppisti, di Douglas Adams
    – Un polpo alla gola, di Zerocalcare
    – CineMAH presenta Il buio in sala, di Leo Ortolani
    – Trainspotting, di Irvine Welsh
    – Una città o l’altra, di Bill Bryson
    questi i primi che mi sono venuti in mente (tra cui due graphic novel, ma c’è da dire che spesso i fumetti sono divertenti)…

    Mi piace

    1. Non ho ancora letto CineMAH di Leo, però ho letto quasi tutte le sue altre opere, e sono sicura che faccia scassare dalle risate come sempre; è indubbiamente uno degli autori più divertenti degli ultimi vent’anni. Un polpo alla gola invece devo dire che non mi ha fatto troppo impazzire: delle graphic novel di Zerocalcare è stata quella che mi ha soddisfatto di meno. Se non l’hai ancora letto ti consiglio La profezia dell’armadillo, che è il suo primo fumetto! XD

      Liked by 1 persona

      1. Ho letto anche quello😀…premesso che mi sono piaciuti molto entrambi, ricordavo più divertente l’altro, forse perché ha anche quella componente nostalgica (ma simpatica) legata alla scuola…Però anche l’armadillo era forte in effetti

        Liked by 1 persona

Non tenerti tutto dentro! :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...