[Recensione] Paper Prince – Erin Watt

Titolo: Paper Prince

Autore: Erin Watt

Editore: Sperling & Kupfer

Genere: Romantico Contemporaneo – New Adult

Serie: The Royals #2

Anno di uscita: 2017

Link d’acquisto: 

Ciao a tutti!! 🙂 Oggi ho deciso di riesumare un libro che avevo letto mesi fa e sul quale non ero ancora riuscita ad esprimermi. Si tratta di Paper Prince, il secondo capitolo di una delle serie più chiaccherate dell’estate, un new adult che tra drammi ed episodi trash ha spaccato in due l’opinione delle lettrici. Se non avete mai letto il primo volume, Paper Princess potete trovare la mia recensione qua . Altrimenti andiamo a vedere di cosa parla il seguito 😀

TRAMA

Ella non sa dire se la sua vita fosse migliore o peggiore prima che Callum Royal la trovasse. Ma una cosa è certa: da quando è piombata in casa Royal come un tornado, per lei è cambiato tutto. Scuola privata, feste e vestiti costosi. E, con la sua grinta e la sua schiettezza, è riuscita persino a vincere l’ostilità dei fratelli Royal e a conquistare il loro rispetto, e il loro cuore – in particolare quello di Reed.
Con Ella, per la prima volta dopo la morte della madre, Reed ha infatti permesso a se stesso di lasciarsi andare alle emozioni. Ma il suo mondo crolla quando, dopo una discussione, Ella scompare. Con il cuore a pezzi, e senza lasciare traccia. D’altronde è abituata a scappare e rifarsi una vita ripartendo ogni volta da zero.
Tutti incolpano Reed per quella fuga, i suoi fratelli lo odiano e, se possibile, lui si odia ancora di più. Ed è disposto a fare qualsiasi cosa pur di ritrovarla. Ma, una volta trovata, sarà in grado di riconquistare il suo cuore?

RECENSIONE

“Cosa hai fatto Reed?” Questa è la domanda che tutte noi ci siamo fatte nel finale assurdo di Paper Princess. E sempre questa è la domanda che fin dalle prime pagine di Paper Prince tutti fanno al ragazzo. Avevamo terminato il primo libro con Ella disperata che scappava, dopo aver scoperto in una situazione compromettente Reed e Brooke, e ritorniamo nello stesso preciso istante, questa volta dal punto di vista del giovane Royal, il che ci permette di fare un po’ più di chiarezza sull’accaduto. E preparatevi ad aggiungere un nome nella vostra lista nera dei personaggi librosi perché Brooke sta per scalare la classifica! Non solo è riuscita a far pensare ad Ella che Reed la stesse tradendo, ma ora lo tiene anche in pugno, ricattandolo con la sua gravidanza, in nome dei vecchi trascorsi che avevano avuto.

Con queste premesse, inizia il racconto di Reed, con la situazione in casa Royal dopo la fuga di Ella; e se prima avevamo potuto contare sul filtro della relativa ingenuità della ragazza, ora si scopre che la situazione è ancora più disastrosa e perversa di quanto avevamo immaginato. E proprio per questo comprendiamo quanto la presenza di Ella all’interno della casa, seppur all’inizio fosse stata osteggiata con tutti i mezzi possibili, fosse stata ormai accettata come unica ancora di salvezza.

“Ci raccontavamo bugie, ci mentivamo a vicenda perché nessuno dei due voleva ammettere la verità: non potevamo resisterci. Almeno, questo valeva per me. Dal momento in cui ha varcato la soglia di casa, tutta grandi occhi azzurri e caute speranze, non sono riuscito a starle lontano.
L’istinto mi gridava che lei portava guai, ma si sbagliava. Non era lei a portare guai, ero io. Sono ancora io.
Reed il distruttore.
Sarebbe un soprannome figo, se non stessi distruggendo la mia vita e la sua.”

Da quando se ne è andata infatti tutto è andato ancora più a rotoli: a Reed interessa solo ritrovare e riconquistare Ella, mentre i suoi fratelli vogliono solo fargliela pagare per il casino che ha combinato. E senza più i Royal a regnare sulla scuola e a dettare le regole, alla Astor Park è scoppiato il caos più assoluto e l’odiosa Jordan, che sembra non raggiungere mai il suo picco di cattiveria, fa di tutto per impossessarsi del “potere”.

In questo libro abbiamo l’occasione di conoscere meglio Easton: se nel primo volume era rimasto un personaggio controverso, dove comunque l’odio iniziale si era ben presto tramutato in simpatia, ora cadono tutti i veli e riusciamo a svelare gli aspetti più nascosti della sua personalità, quelli che di solito restavano celati dietro la strafottenza e l’ironia. Scopriamo quindi l’origine della sua dipendenza, che oltre ad interessare le scommesse, abbraccia anche la droga e l’alcool; ma soprattutto scopriamo che la sua vita è molto più complessa di quanto pensavamo e che l’affetto verso Ella era assolutamente sincero. Il suo timore che la salvezza tanto agognata senza di lei non potrà mai essere raggiunta, lo spinge a mettersi contro di Reed e a vendicarsi in mille modi verso di lui, andando a minare un rapporto che era sempre sembrato solidissimo.

Ella d’altro canto finalmente ha aperto gli occhi e dopo essersi fatta attrarre involontariamente dalla vita dei Royal, dalla loro ricchezza e soprattutto da Reed, ora ha capito che la loro depravazione la porterà solo alla sofferenza, come era successo a sua madre. E nonostante Reed provi in tutti i modi a farle capire che è cresciuto ed è diventato una persona diversa, non sarà facile per la ragazza superare la sua testardaggine ed aprire gli occhi sulla realtà dei fatti.

“Quello che mi dovrei chiedere, però, è se io abbia intenzione o meno di permettere che un ragazzo mi rovini la vita. Sono così debole da non poter gestire Reed Royal? Sono stata al volante per anni: prima mi sono presa cura di mia madre, poi di me stessa. Il vuoto che mamma ha lasciato nel mio cuore alla fine si è riempito; lo stesso accadrà a quello che ci ha lasciato Reed.
Giusto?”

Voto:4-stelle

Consigliato: SI

Se dovessi descrivere in una parola Paper Prince direi sicuramente esagerato: le due scrittrici a mio parere hanno voluto tenere alto il livello di suspense dopo il finale del primo libro e per questo hanno fatto accadere mille cose assurde, terminando con un doppio colpo di scena incredibile. E non ho ancora ben capito se la parola incredibile sia positiva o no, perché la sensazione è stata quella di leggere una telenovela dove ogni evento viene ingigantito fino a fargli perdere quasi veridicità; ma alla fine credo sia proprio questo il suo punto di forza.

Sicuramente è un libro che, come già era stato Paper Princess, è scorrevole e leggero, capace di farti passare qualche ora di relax senza impegno; ti farà ridere e allo stesso tempo inorridire, ti farà simpatizzare o odiare alla morte tutti i personaggi, con la loro umanità e le loro personalità ben definite. Ma soprattutto grazie ad uno stile estremamente coinvolgente, ti terrà inevitabilmente incollato alle pagine.


E voi l’avete letto? Siete tra quelli a cui è piaciuto o tra quelli che non sono proprio riusciti ad apprezzarlo? Fatemi sapere 😀 nessie

 



IMPORTANTE: Siamo iscritte al programma di affiliazione di Amazon. Non è nostra intenzione spingervi in alcun modo a comprare i libri: non è questo l’obiettivo del nostro blog amatoriale. Ma se leggendoci avete trovato qualcosa di interessante e siete intenzionati a comprare il libro, potrete farlo velocemente su Amazon cliccando qui  . In questo modo (senza costi aggiuntivi per voi) riceveremo una piccolissima percentuale che ci aiuterà a portare avanti il blog. Grazie davvero per il sostegno!! 🐳🐳🐳



 

2 pensieri riguardo “[Recensione] Paper Prince – Erin Watt

Lascia un segno della tua visita! :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...