[Recensione] Dreamworld: Io, Katy e Lupo – Carlo F. Zappulla

Buonasera lettori!! 🙂 Il libro di cui vi parlo oggi si chiama Dreamworld: Io, Katy e Lupo e mi è stato regalato in versione cartacea dall’autore Carlo Francesco Zappulla, che forse conoscete dal blog Un uomo qualsiasi, e che ringrazio davvero di cuore! Un romanzo che mi ha stupito sotto diversi aspetti, e che se vi piace il mondo onirico, amate i viaggi nel tempo e le storie di spionaggio militare, allora credo che vi incuriosirà molto 😉 Scopriamolo!!

Titolo: Dreamworld: Io, Katy e Lupo

Autore: Carlo Francesco Zappulla

Editore: Self-Publishing

Genere: Fantasy – Thriller

Anno di uscita: 2018

Link d’acquisto: 

TRAMA

Donovan ha sedici anni e un giorno all’improvviso scopre di avere un potere: riesce a prevedere in sogno la morte delle persone. Ma non solo. Il suo cane di nome Lupo inizia a parlare ed entrambi si accorgono di una strana presenza invisibile, Katy, una ragazza morta in maniera violenta tempo prima. 
I tre decidono di sfruttare il potere di Donovan e di intervenire in tempo per salvare chi sta per essere ucciso. 
Proprio in una di queste occasioni, Donovan viene rapito da una misteriosa Agenzia che si occupa di reclutare i Dreamers, ovvero chi come lui riesce a sapere in anticipo quando e come avverranno alcuni efferati omicidi. 
Qui Donovan conosce Mark Collins, il coordinatore dell’Agenzia, e i suoi uomini, ma soprattutto Lucy, una Dreamer con cui stringe un rapporto di amicizia particolare. 
L’obiettivo dell’Agenzia è chiaro: monitorare i sogni dei Dreamers (che possono anche sognare contemporaneamente lo stesso avvenimento, nei cosiddetti “sogni incrociati”) e agire tempestivamente con l’aiuto della polizia e di altre squadre speciali, per evitare che si consumino tragedie. 

RECENSIONE

Dreamworld: Io, Katy e Lupo è un romanzo che parla di un ragazzino, Donovan, che scopre di avere la capacità di sognare la morte delle persone e, visto che da grandi poteri derivano grandi responsabilità, decide di utilizzare questo suo dono per impedirle. Donovan è infatti molto buono e altruista e, con l’impulsività tipica della sua età, non esita mai a mettere a rischio anche la sua vita pur di salvare da morte certa le altre persone. Andando avanti con la storia incontrerà altre persone come lui, eppure la sua figura sembra molto quella del prescelto, sempre in prima linea e con un potere apparentemente più sviluppato di quello degli altri, nonostante sia emerso più di recente. Basti pensare che appena scoperto il suo dono, accetta la sua “missione” senza alcun dubbio che sia la cosa giusta da fare, senza tentennamenti.

In questa sua avventura è accompagnato, come anticipato dal titolo, da due personaggi molto particolari, il suo cane Lupo e un fantasma di nome Katy, della quale sente solo la voce. Lupo è letteralmente l’ombra di Donovan, lo segue ovunque, vegliando sulla sicurezza del padrone; ma la sua particolarità è sicuramente il dono della parola. Fin dall’inizio infatti, assieme al potere di sognare le morti, Donovan si accorge di riuscire tutto ad un tratto a percepire i pensieri di Lupo. A questo punto però devo ammettere che mi sarei aspettata qualcosina di diverso, perché da ciò che dice, il cane sembra fin troppo umanizzato, un po’ troppo intelligente: non è il primo libro in cui trovo questo espediente, ma qui l’animale viene un pochino snaturato, e, nonostante venga specificato come abbia sempre avuto questa capacità, soltanto adesso percepibile anche dal ragazzo, anche il suo atteggiamento non è proprio quello di un cane comune.

Ma se trovare il rapporto cane-uomo in un romanzo è sempre piacevole e dolce e perciò si può passare sopra a questo dettaglio, non ho compreso del tutto la presenza di Katy, che mi ha intrigato moltissimo all’inizio, ma andando avanti sembra avere solo un ruolo di mascotte, di incitatrice sullo sfondo. Mi aspettavo un ruolo più rilevante, una qualche rivelazione verso la fine, ma non è arrivata e un po’ mi dispiace.

La cosa che più mi ha sorpreso comunque è stata il cambio improvviso di rotta del romanzo che si è dimostrato molto lontano dalle mie aspettative: quello che parte come un fantasy young adult, assume con il procedere della storia sfumature più adulte simil techno-thriller, con attente spiegazioni delle frequenti incursioni militari. E proprio per questo motivo l’espediente del cane parlante e del fantasma, che inizialmente avevo trovato molto originali e pieni di potenzialità, hanno un po’ perso di interesse per me, andando a smorzare quell’atmosfera di suspense che l’autore è riuscito a creare.

Il romanzo è prevalentemente descrittivo, con pochi dialoghi, ed ogni scena viene raccontata minuziosamente anche nei minimi dettagli tecnici che per una profana del genere militare come me risultano poi tutti simili, il che mi fa pensare che l’autore sia un vero esperto oppure che abbia svolto un lavoro di ricerca non da poco. Se da un lato non posso quindi che apprezzare questa sua precisione, dall’altro però ho trovato la lettura in alcuni tratti un po’ impegnativa da seguire, nonostante lo stile sia indubbiamente molto buono e corretto.

Nonostante ciò Dreamworld: Io, Katy e Lupo è riuscito a catturarmi con il suo alone di mistero e i mille interrogativi che mi ha fatto porre: il romanzo si sviluppa infatti per episodi quasi a se stanti, come in una sorta di telefilm, ma è chiaro che sotto abbiamo un filo conduttore, un disegno più ampio che il lettore non vede l’ora di scoprire. Anche perché Donovan viene scaraventato in questo mondo tutto d’un tratto all’inizio del libro e nessuno sembra volergli far avere il quadro completo della situazione; di conseguenza per buona parte del romanzo rimaniamo all’oscuro di tutto e non possiamo che fare congetture sulle varie figure che entrano in gioco.

Il finale poi cresce di intensità in maniera repentina, con colpi di scena e rivelazioni importanti, pur rimanendo molto aperto e pieno di domande non risolte, aprendo sicuramente la porta verso un sequel che credo proprio sia nell’intento dello scrittore.

Insomma, un romanzo curioso e inaspettato, perfetto per gli amanti del genere spionistico e militare, con sfumature paranormali e leggermente dark procedendo verso la conclusione.

Voto: 3-stelle


Che ne dite? Lo avete già letto? Avete mai letto altro di questo autore? Fatemi sapere!!nessie

 

 



IMPORTANTE: Siamo iscritte al programma di affiliazione di Amazon. Non è nostra intenzione spingervi in alcun modo a comprare i libri: non è questo l’obiettivo del nostro blog amatoriale. Ma se leggendoci avete trovato qualcosa di interessante e siete intenzionati a comprare il libro, potrete farlo velocemente su Amazon cliccando qui  . In questo modo (senza costi aggiuntivi per voi) riceveremo una piccolissima percentuale che ci aiuterà a portare avanti il blog. Grazie davvero per il sostegno!! 🐳🐳🐳



 

Annunci

2 pensieri riguardo “[Recensione] Dreamworld: Io, Katy e Lupo – Carlo F. Zappulla

Lascia un segno della tua visita! :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...