[Recensione] La Cacciatrice della Notte – Jeaniene Frost

Titolo: La Cacciatrice della Notte

Autore: Jeaniene Frost

Editore: Fanucci

Genere: Paranormal Romance

Serie: Night Huntress #1

Anno di uscita: 2010

Ciao a tutti! 🙂 Halloween è alle porte e allora perché non prepararci alla festa più spaventosa dell’anno leggendo un bel libro horror? Ehm… forse meglio di no, sono davvero facilmente impressionabile e preferisco restare nel mio genere XD Così facendo una piccola ricerca ho trovato questo libro, La Cacciatrice della Notte, con questa illustrazione un po’ lugubre, e ho deciso di dargli un’occasione. Penserete: che ne è stato del detto “mai giudicare un libro un libro dalla copertina” ? Per me non vale. La copertina è la prima cosa che vedi e alcune volte ti cattura a tal punto che non puoi fare a meno di leggerne la storia. Certo prima ho dovuto assicurarmi che non fosse horror 😛

Cat è una ragazza unica nel suo genere. Sua madre è stata violentata da un vampiro e da quell’episodio è nata lei. Non beve sangue e il suo cuore batte, ma è più forte e veloce di un normale essere umano. Educata da sua madre ad odiare i vampiri, sfrutta le sue abilità trascorrendo le notti a caccia di non-morti, sperando di trovare il padre, per poter avere la vendetta che desidera. Finché una notte non viene catturata dalla sua stessa preda e costretta, per salvarsi, a stringere un accordo con lui.

“Era un sogno. Un sogno bruttissimo, causato da un avvelenamento epatico dovuto a troppi Gin tonic. Ecco un patto col diavolo. A che prezzo avrei venduto l’anima? Mi guardava fiducioso e ostile allo stesso tempo. Se dicevo di no, sapevo cosa sarebbe successo. Risparmi il bicchiere, cameriere, bevo dalla bottiglia! Happy hour con a disposizione il mio collo. Se dicevo di sì, mi sarei messa in combutta con il diavolo in persona.”

Bones, così si chiama il vampiro, è infatti un cacciatore di taglie, affascinante e letale, che decide di sfruttare Cat per i propri scopi, promettendole in cambio di aiutarla a trovare il padre. Cat si ritroverà, così, immischiata in un’indagine legata alla sparizione di giovani ragazze, a fare da esca a pericolosi assassini, con una banda di vampiri sulle sue tracce. E in tutto questo può fidarsi solo di se stessa… o forse no?

RECENSIONE

“«Come ti chiami, bella signorina?» «Cat Raven.» Abbreviazione di Catherine e ‘corvino’: il colore dei capelli del primo uomo che aveva cercato di uccidermi. Visto? Sono una romanticona.”

La protagonista di La Cacciatrice della Notte è Cat, 23 anni, per metà vampiro e per metà umana. Sua madre ha un odio totale e incondizionato verso i vampiri a tal punto che sembra quasi non perdonarle la sua stessa natura, rinfacciandole continuamente il suo essere per metà un mostro. Così Cat non può fare a meno di disprezzare se stessa e chi l’ha ridotta così, ma non potendo sfuggire alla sua natura, decide di sfruttarla per liberare il mondo dalla piaga dei vampiri, evitando ad altre ragazze la fine di sua madre. Ma il suo odio contro i vampiri sembra vacillare (con molta, troppa fatica) quando incontra Bones.

“Dopotutto, avevo detto la verità, no? Okay, forse non tutti i vampiri che avevo ucciso mi erano saltati alla gola, alcuni erano molto interessati alla scollatura, in effetti. Ma avrebbero cercato di uccidermi, non è vero? Bones poteva anche comportarsi in modo diverso, ma tutti i vampiri erano cattivi. O no?”

Bones è un cacciatore di taglie, anche lui sterminatore di vampiri e allena Cat a diventare più forte e micidiale, sfruttando le sue abilità fisiche e non solo. È letale e uccide senza troppi scrupoli, ma nonostante ciò ha una sua etica morale. Si fa quindi presto a considerarlo buono e, in un contesto in cui i vampiri rappresentano il male senza alcuna eccezione, quasi umano. Così tanto che quando lo vediamo nutrirsi attaccato al collo di una ragazza, quasi ci restiamo di sasso ed è lui stesso che ci prende in giro:

“Non è che tu non sapessi che sono un vampiro. Credevi che non mangiassi mai?”

Così se all’inizio c’è una netta divisione tra il Bene e il Male, tra umani e vampiri, andando avanti questi contorni sfumano e si vede come da entrambi i lati ci siano gli stessi comportamenti, la stessa corruzione e lo stesso male. I pregiudizi crollano, la distinzione tra ciò che è giusto e sbagliato viene  ridefinita in modo più elastico e i vampiri vengono messi sullo stesso piano degli uomini.

“Quando non hanno un battito cardiaco, tendi a giudicare le persone per quello che sono invece che per quello che fanno.”

Voto:4-stelle.JPG

Consigliato: SI

La Cacciatrice della Notte è un Urban Fantasy un po’ diverso rispetto a quelli che sono abituata a leggere. È passionale, adrenalinico e trasgressivo. Non si trovano i soliti protagonisti, eroi senza macchia, ma personaggi sfumati, i classici personaggi grigi, buoni e cattivi allo stesso tempo. Dopotutto stiamo parlando di cacciatori, di assassini (si perde il conto delle vittime già dopo metà romanzo). Cat ha un punto di vista originale e audace; ci racconta la storia, talvolta parlandoci direttamente, con ironia e senza censure. Consiglio la lettura a chi cerca un romanzo Paranormal Romance (non Young Adult!) che possa accompagnarlo a lungo, dal momento che è il primo di una serie lunghissima di libri (al momento 7, ma altri 2 in previsione).

“Sto solo dicendo che prima o poi dovrai accettare quello che sei. Non puoi ignorare il vampiro che è in te, e non devi continuare a fare ammenda per questo. Dovrai capire chi sei e di cos’hai bisogno, e poi non scusartene. Né con me né con tua mamma né con nessun altro.”nessie

Annunci

Non tenerti tutto dentro! :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...